RINGIOVANIMENTO DEL VISO

RINGIOVANIMENTO DEL VISO CON FILLER, BOTOX E INNESTO DI GRASSO AUTOLOGO

L' effetto di ringiovanimento del viso può ottenersi con risultati apprezzabili mediante l'uso di filler, botox o anche lipofilling
i filler, prevalentemente a base di acido ialuronico - sostanza perfettamente riassorbibile dall'organismo - permettono di ottenere la distensione delle piccole rughe sottili, ma anche di creare effetto di riempimento di quei volumi che con l'età diminuiscono per il cedere della muscolatura e della cute del viso. A seconda di ciò che necessita il viso verranno scelti i diversi tipi di filler: i filler maggiormente coesivi sono quelli che consentono la creazione dei volumi, soprattutto nelle regioni zigomatiche e per le nasolabiali mentre per le rughe più superficiali e per le labbra vengono utilizzati filler a concentrazione di acido ialuronico meno elevata. Possono essere usati anche più filler diversi se diverse sono le zone da trattare ed a seconda del tipo di problema cui ovviare. I filler con il tempo (dai due mesi ad un anno a seconda del tipo utilizzato) vengono riassorbiti integralmente e la possibilità di formazione di granulomi è remota. E’ possibile che vi sia una reazione immediata edematosa che normalmente rientra nel giro di massimo due giorni.

Il botox viene utilizzato prevalentemente nella zona del contorno occhi e della fronte: la tossina botulinica agisce mediante la paralisi dei muscoli facciali determinando uno stiramento della cute e quindi un notevole miglioramento delle rughe intorno agli occhi nonché nella zona della fronte. Ulteriore risultato del botox consiste nell'ottenere un ampliamento dello sguardo grazie al leggero "sollevamento" dell'arcata sopracciliare. L' effetto del botox dura circa 6 mesi ed in ogni caso non è consigliabile ripetere il trattamento prima che sia trascorso tale lasso temporale. In alcuni casi può verificarsi l'effetto collaterale di una ptosi palpebrale, laddove l'infiltrazione sia eccessivamente vicina all'occhio, ma normalmente una mano esperta è in grado di scongiurare e/o controllare questo inconveniente come pure eventuali asimmetrie.

La tecnica del lipofilling consiste invece nel prelevare da altre zone del corpo una certa quantità di grasso, che opportunamente trattato, viene poi infiltrato nelle zone del viso che necessitano di un maggiore volume o riempimento. Risultato apprezzabile viene raggiunto nella regione zigomatica e del solco delle occhiaie, ma anche per le rughe nasolabiali. Questo tipo di trattamento comporta in genere una reazione edematosa che si protrae per qualche giorno, reazione che pertanto è da considerarsi normale.

Si tratta in tutti e tre i casi comunque di trattamenti mininvasivi ed anche economicamente meno significativi con i quali si ottiene un risultato immediato di ringiovanimento globale dell'aspetto e grande soddisfazione dei pazienti. La naturalezza del risultato dipende dalla esperienza e dalla capacità del chirurgo, ed anche dal non lasciarsi tentare dall'eccesso. Molto spesso i pazienti entrano in un meccanismo di "dipendenza" che fa credere loro di ottenere risultati sempre migliori con l'aumento dei trattamenti; anche questo aspetto deve essere ben gestito dal medico che deve tendere a mantenere sempre l'equilibrio delle forme e dei lineamenti per un risultato naturale e gradevole.

Share by: